Ricodando gli studi

Il periodo delle scuole superiori (e successivamente gli eventuali studi universitari) ha lasciato a tutti quanti ricordi fortissimi. Le storie d’amore, le delusioni, i successi, le decisioni importanti da prendere, il diventare indipendenti. E poi le attività extra scolastiche: sport, discoteca, musica e chi più ne ha più ne metta.

High school and college are special periods that leave strong emotions and memories in all of us. Love stories, delusions, successes, important decisions to take, independance… E then the extra curricula activities: sport, disco, music and on and on…

Quindi quando Soma mi ha proposto la partecipazione al suo nuovo Blog hop intitolato “College” sono andata un po’ in tilt. Il college corrisponde all’incirca all’università, e come rappresentarlo vista la vastità di argomenti ed esperienze? Ci ho messo mesi (letteralmente!) a decidere, e poi un sacco di tempo a trovare l’immagine giusta da cui partire. Alla fine ho deciso di rappresentare gli studi scientifici, e per farlo ho usato un microscopio. In giro in rete non ho trovato modelli in paper piecing di microscopi e mi par un tema carino che potrebbe esser utile anche per regali di laurea, pannelli a tema. 

When Soma asked me to partecipate to her new College blog hop I really had a hell of a time deciding what to do. How could I choose what to show? It took months before I managed to decide what to stich, and then choose the right image. In the end I chose a microscope, to represent my scientific studies. While searching the web I didn’t find a paper pieced microscope so this could be useful also for science-oriented gifts.

La cosa poi che mi fa sorridere è che lo spazio sul vetrino si presta per una stoffa davvero a tema: fiori per un botanico, insetti per un entomologo, cristalli per un geologo, e strani occhi che ti scrutano per un biologo ;)

What I really like is that you can showcase a special fabric on the slide: flowers for a botanist, insects for an entomologist, rocks for geologists, strange eyes peering at you for a biologist :)

Mi ero imposta di doverlo cucire (nonostante non fosse obbligatorio per la partecipazione) e quindi eccovi il mio microscopio color turchese su verde, con stoffe strane prese a Vicenza l’anno scorso.

IMG 7543

Scaricatevi qui il modello, e fatemi sapere se lo cucite!

Download the pattern and let me know if you stitch it!

 

 1 3

Io e la mia signorina…stiamo bene insieme….

Sulle note della canzone di Neffa (2001? davvero sono passati più di 10 anni?) estrazione dei miei due modelli:

Quello a mia discrezione va a Federica, ho riso come una matta pensando che lascia le scatole in negozio e sfrutta la scarsa attenzione del marito (Carlo ovviamete non è d’accordo sul premiare lo “sfruttamento” di un marito!!).

Random invece…. Commenti da 1 a 28 (ce ne sono 31 ma alcuni sono doppi), partendo dal più vecchio… 25

RANDOM.ORG - True Random Number Service-2.jpg RANDOM.ORG - True Random Number Service-3-1.jpg

Che corrisponde a Raewyn.

Grazie a tutti quelli che hanno lasciato un commento e scaricato il mio pattern!

Il mondo si popola di eleganti signore pronte a partecipare la cocktail party! Prese da flickr

Here we are to assign the free patterns. The shoe-one I chose is from Federica, she tells how she tricks her husband into ignoring the new shoes she buys, leaving the box in the store and hiding them for some time. If he asks her about them she then lies telling him that he is too distracted to remember these old old shoes :)

The one that random.org chose in n. 25, and eliminating a comment by the same girl and one in which I was answering I find Raewyn.

Blog hop! ».jpg

Meanwhile some fancy ladies are appearing in the flickr accout.

Da Harrypotter5freak

Untitled | Flickr - Photo Sharing!.jpg

Da vroomansquilts

PP BL# 16 | Flickr - Photo Sharing!.jpg

Abilmente, vi va di rivederla?

Ce l’abbiamo fatta a montare e caricare il video su youtube, e quindi prendete un tè, un paio di biscottini e godetevi qualche foto e ripresa della fiera.


Yes, yes, la video-operatrice potrebbe anche avere uan mano più stabile, concordo! La prossima volta mi impegno a ballare di meno ;)Musica da incompetech.com

Paper piecing, questo sconosciuto

E alla fine ce l’ho fatta. Come per ogni film davvero sofferto, sul pavimento della camera di regia sono rimaste ore di filmati inutilizzabili (lo so, lo so che è tutto digitale ma resta un’immagine affascinante).

201110170926.jpg

Il modello che realizzo durante il video è questo, scaricabile dal sito di Ule Lenze

201110170927.jpg

PA110005.JPG

L’ho scelto perché è semplice e formato da un’unica sezione ma ha comunque un suo perché (tutti riescono trovare come utilizzare un cuore, insomma!).

La prima volta stampatelo al 100%, scegliete poi due stoffe di cotone leggero (come quelle americane da patchwork) e seguite il video.


Altri prodotti e siti segnalati durante il video: Quilts with style Ule LenzeFandom in stitches (per il modello di Gandalf)
Add a quarter (il magico righellino)Claudia’s Quilts (per il modello dell’albero)Paper panache Silver linings (se vi sentite davvero coraggiose)

Commenti please!!!!!!!

angelina

Ve ne parlavo qualche post fa mentre facevo il pannello dello stagno (che è finito ma aspetta il binding).

I risultati sono carini ma non eccitanti, e bisogna star molto attenti alla temperatura a cui scaldarla, se si esagera appena un pochino perde totalmente lucentezza, guardate un po’ nella foto in mano il pezzo che ho scaldato troppo e sulla libellula il pezzo appena appena sfiorato dal ferro da stiro. Nel video sul pannello spiego un po’ meglio temperature e impostazioni del ferro, se nivee volete comprarla la trovate (trai vari posti) qui.

P8040025.JPG P8040028.JPG

creazioni delle bambine (aka Non chiamateli lavoretti)

Continuando la mia campagna per l’abolizione del termine “lavoretti” (a breve un bel logo da poter pubblicare sui vostri blog) vi voglio mostrare gli oggetti che le bambine hanno realizzato in oratorio per la vendita di Natale. I fondi servivano per continuare a sostenere un’adozione a distanza in favore di una bambina in Thailandia, e posso dirvi che le bambine erano molto orgogliose di esser riuscite a raccogliere proprio la cifra necessaria.

Molti dei modelli venivano da internet, come questa spilla a farfalla poi trasformata in gufo.

IMG_1606.JPG

I famosi e stravisti contenitori a cestino (tanto famosi che non ne trovo più il link, argh)

IMG_1604.JPG

I fiori di stoffa (qui, ma anche qui)

IMG_1649.JPG

E ancora porta forbici, strofinacci con appliquè, portafoglini, borse, cuscini, gufetti…

IMG_1651.JPG IMG_1646.JPG IMG_1650.JPG

E pollo sia…

Diciamocelo, non sono belle nè intelligenti, ma a quanto pare le galline sono delle vere star del cucito. Battute di poco da cagnolini e gattini, sono ovunque. Appliquè, pupazzi, borse, la gallina impazza.

Un porta caramelline da MiaouZdays

P1260776.JPG

Cestino (beh, questa è eccessivamente stilizzata, ammettiamolo). Insieme ad altri progetti da France patchwork

201011141900.jpg

Puntaspilli, ho messo il modello anni fa sul blog, poi lo trovate anche qui, da quilting patchwork e appliquè.

201011141907.jpg

Vogliamo delle galline imbottite (no, non nel forno, imbottite di ovatta…)?

Da Sew mamam Sew un pollo di Badskirt (mmm, forse era meglio imbottire un pollo vero, questo ha un’aspetto un po’ allucinato)
201012300905.jpg

Più carina la gallina mignon di Molly chicken

201012300911.jpg

o il pollo versione “arrostita” di fairy fox

201012300926.jpg