Kanzashi

Dal giappone con furore, dopo gli haramaki e il bento, vi presento i kanzashi, ovvero dei deliziosissimi fiorellini di stoffa.

201102250841.jpg

I kanzashi sono degli ornamenti che le geishe indossano trai capelli spesso formati da bellissimi fiori. Al di fuori del Giappone il termine viene usato per indicare i fiori stessi, o la tecnica per realizzarli. Mi sembra indicativo che noi chiamiamo Kanzashi un singolo fiorellino in cotone fatto da circa 5 petali, loro chiamano Tsumami kanzashi gli ornamenti formati dai fiori, e hana kanzashi un’intera cascata di questi fiorellini, che realizzati con la seta possono avere fino a 75 petali ciascuno.
Ogni mese ha colori specifici, e fiori differenti. Marzo, che sta arrivando, avrà fiori gialli e bianchi di nanohana, con farfalle e boccioli di pesco, narcisi e peonie. Per la cronaca il fiore di nanohana, con questo nome così poetico e misterioso, altro non è che fiore di Brassica rapa… una varietà della nostra cima di rapa!

Iniziamo a rispondere alla domanda: cosa serve?
Quadrati di stoffa identici, la precisione è fondamentale per ottenere un risultato uniforme. L’originale usa quadratini di 1″ di seta sottilissima, noi di solito usiamo cotone o altri tessuti. Utili le pinzette per tenere fermi i petali mentre li si piega e, dipendendo dall’uso che se ne vuole fare, colla o filo per assemblare il fiore.

Domanda numero due: dove li metto?
ovviamente trai capelli (incollandoli a una forcina) ma anche su una borsa, una sciarpa, un cappotto… Sono carine le idee proposte da Kanzashi in bloom (libro in vendita in inglese)

201102250859.jpg 201102250901.jpg

E perchè non un gioiello? Questo è spettacolare e viene da Craftjuice, ma l’autrice li vende su etsy nel suo negozio “petal mix“.

201102250903.jpg 201102250906.jpg

E ora che avete una voglia incredibile di provare, il domandone: come li faccio?
I tutorial non mancano, in tutte le lingue, dal giapponese al brasiliano per fortuna passando anche per l’inglese. In realtà il parlato è abbastanza superfluo se le immagini sono chiare, importantissima è la precisione nelle piegature (quindi io qui ve li descrivo ma li lascio fare a mia mamma ;)

Cominciamo con Mookychick, che ha un tutorial rapido e indolore, e tanti links

Poi si va da Super Ziper, blog spagnolo con foto chiarissime da seguire
201102250916.jpg

Passiamo su instructables, dove abbyholverson ci mostra passo passo un fiore base

Tsumami Kanzashi Flower Hair Clip.jpg

E infine da Such a pretty mess, con un tutorial in inglese (belli e più permissivi con gli errori quelli in tulle)

  201102250921.jpg

Passiamo ai video:

Da electronicfly due video senza audio (anzi, l’audio di fondo c’è ma è un fastidioso rumore di pale del ventilatore). Mostra come realizzarli con la carta, idea utile per farsi la mano.

Su vimeo potete vedere il video realizzato dall’autrice del libro che vi indicavo sopra, Diane Gilleland.

Kanzashi-Making, by Sister Diane on Vimeo.jpg

Jen Minnis ha raccolto molte informazioni, tra cui dei link ai migliori tutorial. Se volete restare a bocca aperta guardatevi i video originali giapponesi, dove con abilità incredibile un anziano signore piega centinaia di petali rendendoli tutti identici…

Altra serie di video di un atelier di kanzashi, in inglese stavolta. Usa anche lei amido di riso per incollarli, come da tradizione

Altri link misti da guardare:
Craftster (modelli, tutorial e idee kanzashi)

Serie di immagini esplicative di Kurokami-kanzashi
Varie immagini su craftjuice, adoooro la libellula di Scarlett and Maria (e le vende su etsy!)
201102250957.jpg

Bene, ora andate a tagliare le vostre stoffine e piegate, realizzando un origami di stoffa. Ma per favore non pensate di fare qualcosa di simile…

201102250932.jpg

Anche se, i gusti sono gusti! E sul sito da dove viene l’immagine Kanzashi core trovate moltissimi modelli deliziosi.

Tagged . Bookmark the permalink.

3 Responses to Kanzashi

  1. franca says:

    Da provarli assolutamente ! E poi con 4 nipoti femmine di lavoro ce n’è sempre :-D

  2. Lisa says:

    Ahahahaahah sono stupendi io li ho scoperti l’anno scorso e mi sono innamorata…ho comprato libri ecc ecc…maaaaaaaaaaaaa ho ancora da provare:P

    un bacione

    Lisa

  3. Betting UK says:

    Great blog! Do you have any helpful hints for aspiring writers?
    I’m planning to start my own website soon but I’m a little lost on everything.
    Would you recommend starting with a free platform like WordPress or go for a paid option? There
    are so many choices out there that I’m totally confused ..

    Any recommendations? Thanks!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>