Soutache

Di ritorno da abilmente vi voglio presentare la mia ultima mania, il soutache.

Avevo promesso di tenermi lontano dalla bigiotteria, dopo la swarovski mania di qualche anno fa, ma partivo già male dopo aver letto la spiegazione del chain maille… E passeggiando per la fiera ho visto la vetrina di Piccoli hobby…ed è stato amore a prima vista con il soutache.

Alla fiera era presente Marta Zanzottera, che ha pubblicato da pochissimo il libro “Creare con il soutaches“. Oltre a vendere libro, materiali e kits, c’era la possibilità di seguire un corso e nonostante il poco tempo non abbiamo resistito alla tentazione e ci siamo lanciate.

201103071253.jpg

Intanto vediamo di cosa si tratta: la tecnica si basa sull’uso di una fettuccia di viscosa da cui prende il nome, che viene abbinata a perle e cabochon per realizzare dei gioielli molto complessi. Mi dicono che sia originaria dall’est, ma a me ricorda molto il liberty, o l’art decò, e anche i ricami sulle tuniche egiziane.

Vi lascio qualche immagine

Anneta Valious: possono essere più belli?

201103071344.jpg<201103071345.jpg 201103071346.jpg

E non sono gli unici suoi, guardate questi!

201103071349.jpg201103071350.jpg

Altra designer famosissima è Dori Csengeri, realizza gioielli per l’alta moda ed evitate di guardare i prezzi delle sue opere se non volete sentirvi male ;) (alcuni anche in vendita qui)

Dori Csengeri - Hand Embroidered Jewelry - Haute Couture Designer Jewellery - Galleries With Preview - D-Store.png

Altri nomi da controllare: Amee K. McNamara, Oiolin, Foxan, Galeria AURUS, Iva Concepts, il mercante di Stelle.

201103071416.jpg 201103071423.jpgcollana Nouvelle Vague-1.png

Questo di dream warrior mi piace tantissimo, sembrano dei pezzi di coralli le volute in alto…a fianco Dandelion

201103071418.jpg 201103071420.jpg

A dire il vero mi piacciono tutti… e li vende su etsy se vi interessano.

E poi Diavona, ragazza Russa bravissima, visibile anche qui

201103071438.jpg 201103071438.jpg

Di tutorial veri e propri non ne ho trovati, alla fiera mi hanno spiegato che è una tecnica tenuta molto “segreta” e che non ci sono libri a riguardo (salvo quello appena pubblicato in italiano). Non so se sia vero, ma cercando con un po’ di impegno sono riuscita a trovare solo questo mini tutorial in russo (credo), legato sempre a Anneta Valious. (Tradotto anche in francese)

Firefox.png

E uno in francese da Océanie créations, dove per altro specifica che non ci sono libri o schemi per riprodurre la tecnica di Dori Csengeri.

201103071408.jpg

E ancora uno russo di una bellissima ragazza, Diavona.

201103071439.jpg

Quello che mi piace di questa tecnica è che si possono includere perle di ogni misura, cabochon, magari quelle bellissime pietre dure che non si sa mai dove mettere se non hanno fori.

L’unica cosa che ci serve assolutamente è la passamaneria, che immagino si trovi o in negozi di bigiotteria molto moderni e ben forniti, o in negozi di merceria molto antichi e polverosi.

Oppure online, in Italia Raffa la giraffa Francia, Perles and Co, e ovviamente USA (Farber Trimming Corp.)

Tagged . Bookmark the permalink.

24 Responses to Soutache

  1. Pat63 says:

    Che meraviglia! Non li avevo mai visti!!!!

  2. floriana says:

    super belli!!graziee

  3. daniela says:

    belli ma ci sono troppe cose da provare e poco tempo per farlo.

  4. apaolal says:

    che spettacolo!!!! io pero’ mi tengo ancora lontana dalla bigiotteria ;-) )
    ciaooo

  5. francesca says:

    è una tecnica splendida ma penso molto difficile! se trovo il materiale o il libro proverò!

  6. graziana1940 says:

    meravigliose mai viste,grazie per averle mostrate sul tuo blog, avrai la possibilità di portane altre le vedrei volentieri,credo che sia una tecnica difficile e non sembrano fatte a mano ma con materiale metallico.

  7. IRMA says:

    HOLA:Busacando este libro encontre su blog ,tiene mucha informacioin y es muy bonito.
    Gracias de antemano por su inspiracion.
    Quisiera saber si usted podria compartir este libro en version .PDF, porque solo en Italia lo venden.Yo vivo en los Estados Unidos y no puedo adquirirlo, he visitado algunos forum en italiano pero no lo tienen.Si usted me puede ayudar se lo agradecere mucho.
    Gracias and Happy Beading Day,my friend.
    Ciao.
    Irma

  8. felcityrose says:

    sono a dir poco stupefacienti..ho appena scoperto il ”soutache”..li avevo già visti ma non sapevo il loro nome..però sembrano molto difficili da realizzare…complimenti per il blog se ti va fai un salto sul mio…ciaooo

  9. giulia says:

    Sto imparando da poco questa tecnica, ho fatto un paio di orecchini al creattiva di Bergamo e ho acquistato il materiale… certo che bisogna aver una buona vista eh? Il risultato e’ stupendo, mi piaciono i ghirigori… io li faccio anche con il filo d’ottone o d’alluminio, ma cosi’ e’ meglio perche’ c’e’ tanto colore. Bello e poi la tecnica e’ una novita’ in Italia. Ho visto pero’ che nei paese dell’est va molto. Pero’ c’e’ poco in vendita. Quelli di Dori sono stupendi, ma costano un sacco di soldi. Un saluto Giulia

  10. Thanks a lot for sharing this with all of us you really understand what you are talking approximately! Bookmarked. Kindly also consult with my web site =). We may have a hyperlink trade arrangement between us

  11. daniela says:

    grazie a questo post ho fatto i miei primi orecchini :-) al corso di sautache.
    Guardare per credere http://filididani.blogspot.com/search/label/soutaches

  12. Gaya says:

    Bellissimi Daniela!!

  13. karolina ogonowska says:

    se siete interessate io faccio la bigiotteria soutache :)

  14. ida mogavero says:

    mi piace molto e vorrei imparare la tecnica come posso fare per avere qualche tutorial fatemi sapere grazie

  15. Gaya says:

    Ciao Ida,
    ti consiglio di guardare i vari links che ho messo, io non sono un’esperta e ho seguito solo un paio di dimostrazioni. Il libro è molto bello e chiaro se puoi comprarlo.

  16. lisa says:

    Ciao Karolina, io sarei interessata alla tua produzione! il 21 luglio festeggio il mio compleanno mi piacerebbe qualcosa di originale da indossare ci sentiamo? grazie ciao Lisa!

    karolina ogonowska
    2 December, 2011 at 8:20 pm
    se siete interessate io faccio la bigiotteria soutache

  17. rirì scafidi says:

    lavori fatastici in cui mi piacerbbe cimentarmi! se riesco pubblico qualcosa su fb!!!!

  18. sandie o'day says:

    Your work is beautiful,. Could you please advise where I can purchase the book that is on your site.
    Regards, Sandie

  19. Gaya says:

    Hi Sandie,
    I haven’t done the objects in this post, I was just showing the possibilities of this technique. You can buy the book from the website linked on the image
    http://www.piccolihobby.it
    Bye!

  20. Morgana says:

    Bellissimi…
    a me ricordano dei disegni etnici, egiziani, turchi….
    vorrei provare a farli ma non riesco a trovare dei tutorial davvero esaustivi…
    le spiegazioni scritte non fanno per me (in genere)
    Mi è capitata la stessa cosa con il macramè, dagli scritti non ho capito nulla, e invece dai tutorial sono riuscita a fare cosine carine!!
    qualcuno ha provato?
    Ha fatto dei tutorial??
    grazie mille!

  21. renata says:

    Io mi sono innamorata di questa tecnica già un anno fa e per mia fortuna ho scoperto delle bravissime ragazze che fanno queste creazioni anche a ad un prezzo più che abbordabile ormai e’ una droga per me ciao

  22. Tatiana says:

    Ciao, qualcuno può aiutarmi indicandomi su quale materiale vengono attaccati i cabochon e con cosa? grazie mille

  23. Pietro says:

    Scusate se mi intrometto. La tecnica ha origini remote. Non credo sia nata come tecnica per far bigiotteria. I miei genitori producevano negli anni ’60 borse e buste da sera con la tecnica chiamata “soutaches”. Si chiamava in gergo “spighetta” quel nastro che, cucito su un supporto con il punto “a catenella” permetteva di “riempirlo” tutto generando un ricamo. Si utilizzavano delle macchine particolari francesi (Cornely).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>