Germogliamo insieme?

Eccoci qui con la mia ultima mania: i germogli. Andando con ordine cerco di andare a trovare mia zia in Austria almeno una volta all’anno, ed ogni volta torno con una nuova follia. Lei è molto interessata agli alimenti biologici, alle medicine poco “ortodosse”, alle piante strane… Due anni fa sono tornata con la stevia mania, e ancor oggi nel mio thè mattutino metto solo quella, l’anno scorso era la volta della pianta della vita eterna (Jiaogulan). Quest’estate mi sono appropriata di un barattolo per germogliare. Potete comprarne uno online, ma a dire il vero con un po’ di lavoro potete ricavarne uno tagliando il centro di un banale tappo e sostituendolo con della rete di acciaio. O ancor più banalmente fissate un toulle con degli elastici.

Fatto sta che germogliare i propri semini dà un’incredibile soddisfazione, costa poco e dicono siano un alimento iper salubre, quindi restate in ascolto e vediamo se vi convinco come ha fatto mia zia con me…

201105061335.jpg

Io dopo un po’ di mesi con il brattolo ho deciso di provare a comprarne uno più grande che permetta di usare più tipi di semi alla volta. L’ho comprato al Naturasi ed è della Geo, lo vedete qui. Non mi ricordo con precisione, ma mi pare di averlo pagato sui 25€. Fondamentalmente ve lo sconsiglio: nelle foto vedete una specie di praticello su ogni ripiano, io non ho MAI ottenuto quel risultato. Se lo si monta come da istruzioni i semi si asciugano troppo rapidamente e anche bagnandoli mattina e sera non si riesce a farli germogliare. Sono riuscita ad ottenere qualche risultato togliendo i piccoli divisori (in modo che i ripiani poggino uno sull’altro) e coprendo con un piatto si plastica in modo che non evapori troppo. Credo vada tarato in base al tipo di semi, con quelli grossi come i fagioli il sistema va bene, con quelli molto piccoli che si incollano uno all’altro e restano più bagnati forse si rischiano muffe, sto sperimentando. Ma se andate sul sito degli Sprout people vi perderete tra ricette, mescolanze di sementi, modelli di sprouter…

201105061408.jpg201105061409.jpg

photo.JPG photo.JPG

Con il barattolo di vetro il sistema è lo stesso ma vanno bagnati e ben sgocciolati due volte al giorno per non fare muffa, considerando che non possono evaporare l’acqua in eccesso.

Se volete comprare un germinatore vi sconsiglio quello della Geo, io mi indirizzerei verso quello che anche gli esperti di Sproutpeople indicano come migliore, l’easy sprouter.

201105061420.jpg

Lo sta usando anche Roz Savage (che ammiro incredibilmente) mentre rema attraverso l’oceano Indiano… anche questo immagino si possa costruire ma ha due contenitori infilati uno nell’altro con lo spazio per la circolazione dell’aria e per riprodurlo bisognerebbe trovare contenitori adatti… se li incontrate fatemi sapere.

Altrimenti modelli banali da costruirsi sono quelli con il barattolo di vetro con il tappo a rete, o un semplice sacchetto di canapa

201105061425.jpg

Oppure tenete le vaschette della verdura e seguite le istruzioni di erbaviola o quelle di a growing tradition oppure usate un contenitore per la ricotta come scriccia.

201105061433.jpg

Per quel che riguarda l’acquisto dei semi potete passare da naturasi o da un supermercato che abbia una buona sezione bio, se siete vicini al confine con Austria o Slovenia come me andate sul facile, ogni supermercato ne ha in abbondanza. Altrimenti dalle agrarie ben fornite, ma cercate di trovare semi espressamente adatti a mangiare come germoglio, vengono testati per alcune malattie trasmissibili come l’epatite (o così leggo, nel caso correggetemi).

Altre info su perchè i germogli sono salubri (e migliori dei semi di partenza) le trovate qui

Ieri mi sono mangiucchiata i germogli di soia (detti fagiolo mungo) e ora attendo quelli di erba cipollina e uno strano misto preso in slovenia e quindi a me intraducibile.

Buoni germogli e fatemi sapere se provate a farli!

Tagged . Bookmark the permalink.

4 Responses to Germogliamo insieme?

  1. Natascha says:

    Ce l’ho pure io il germogliatore, ma ad un solo cestello.

    Ogni tanto mi sono dilettata a farli, ma siccome li mangio solo io non posso farli sempre.
    Mi piacciono parecchio, ma ad oggi ho sempre provato solo i mix. Solitamente li mangio da soli od in insalata. Conosci altri modi per gustarceli?!

  2. Le piante piccole sono cosi pronte per il trapianto all’aperto,
    dato che sono appropriata resistenti all’attacco di insetti, funghi,
    animali, e alle intemperie.

  3. Se avete intenzione di iniziare a coltivare la vostra piccola scorta personale, potete, con discrezione,
    farvi un giro on-line.

  4. Clint says:

    Hi it’s me, I am also visiting this web page on a regular basis, this website is really
    fastidious and the users are really sharing pleasant thoughts.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>