Ma perché lo faccio? (con precisazioni!!)

Qualche giorno fa ho ricevuto un’email su facebook che mi ha fatto pensare molto. L’email era all’inizio simile a tante altre che mi arrivano, piene di gentilissimi complimenti e domande a cui cerco di dare risposte esaurienti (salvo quando mi si chiede di corsi in varie zone d’Italia a me ignote). Cerco sempre di rispondere subito (altrimenti poi mi dimentico di farlo) ma questa è rimasta nella cartella della posta per una settimana per via dell’ultima frase, che faceva così: in genere chi fa tutorials o si rende visibile in web, lo fa per un profitto, tipo promuovere la propria attività/negozio, libri o altro, ma tu… perché ti rendi così disponibile ad elargire consigli? Generosità, passione o cos’altro?

Sono sul web con il mio blog dal 2005 e non me l’ero mai chiesto, lo facevo e basta. Prima con le foto e i consigli su dove scaricare modelli, poi con qualche tutorial fotografico… quest’anno con i video e infine con i modelli che distribuisco gratuitamente anche tramite il mio amato fandom in stitches.

ma perché lo faccio?

Non mi sento una sammaritana nè una persona particolarmente generosa o altro. Lo faccio perché posso farlo immagino. Nei primi anni perché conoscere bene l’inglese e trafficare sempre sul web mi dava la possibilità di raccogliere materiale interessante da riproporre alle persone. Poi perché io ho avuto la fortuna di avere qualcuno in casa che mi insegnasse a cucire, e mi sembrava bello poterlo trasmettere. E ora con i video e i modelli perché mi dà una gran gioia ricevere da qualcuno un’email o un commento in cui mi dicono di esser riuscite a cucire qualcosa grazie a me. In Italia forse è ancora poco diffuso, ma nel web in lingua inglese sono infinite le risorse gratuite di qualsiasi tema e argomento. Chi scrive tutorial, chi risponde alle domande a carattere fiscale, chi scrive i sottotiltoli dei film in modo da poterli seguire in anteprima. C’è un mondo di piccola generosità se la volete chiamare così, e farne parte mi rende felice. No, non è nemmeno il fatto che mi senta orgogliosa di farne parte, mi sembra doveroso contribuire anche io. Ho delle conoscenze, delle possibilità e voglio condividerle. Lo faccio perché è così che trovo sia giusto fare. E perché questo blog mi ha permesso di fare tante amicizie e conoscere persone splendide che non avrei potuto incontrare altrimenti. Amelia, Federica, Carol, Nicoletta, Anna, Sonora, Duna, Rita, Valentina, Mary, Kiakin, Elisa, Bianca, Cristina, Franca, Michaela, Elena, Jennifer, Aalia. E la lista non si conclude qui, queste sono solo alcune che mi sono venute in mente ora ma ne sto dimenticando mille altre (a cui chiedo subito scusa)! Sono tutte amicizie speciali avute grazie a questo spazio sul web.

I conti a fine mese li ho pure io, non credete, e salterei di gioia se un negozio mi offrisse un contratto o volesse vendere i miei modelli, figuriamoci. L’idea di lavorare nel campo lo accarezzo, non lo nego. Ma non faccio questo nella speranza che serva a guadagnarci, se fosse così dopo 7 anni sarei come minimo frustrata e depressa. Lo faccio e basta.

Ma come si diceva i conti ci sono, e in questo periodo sono pesanti per tutti. Quindi dopo aver letto quel messaggio ho cercato qua e là come ricavare qualcosa per pagare le spese del blog (yes, non è un blog gratuito questo ma viene gestito da un provider a pagamento. In caso contrario non reggerebbe al traffico che create tutte voi passando qui!). Con google adsense ho avuto un brutto rapporto, quindi proviamo con amazon.

Funziona così: a volte in fondo ai miei post (o sul lato del blog) ci saranno delle pubblicità di prodotti scelti da me oppure generiche di amazon come quella qui sotto. Se volete fare un acquisto su amazon.it di qualsiasi cosa (non solo l’oggetto che indico io) e ci arrivate tramite il mio sito cliccando sulla pubblicità io “guadagnerò” qualcosina da loro. E voi non spenderete nulla di più.

Se poi volete su craftsy ci sono in vendita alcuni miei modelli, si paga con paypal e vi arrivano dritti nella casella di posta senza spese di spedizione.

Oppure ci sono le donazioni via paypal, che mi sembrano davvero sfacciate (!) e non mi decido mai a inserire.

Ma se non potete o volete non ci sono problemi (i conti, come dicevamo, ci sono per tutti!) e sarò felice anche se mi mandate una foto di quello che realizzate con i miei modelli e tutrial (ora ho anche una pagina di flickr apposita!) o continuate a scrivere commenti o anche solo a pensarmi.

In fin dei conti, lo faccio per quello :)

AGGIORNAMENTO
Ho ricevuto un sacco di commenti, email e persino sms deliziosi da chi ha letto questo post e voglio in primo luogo ringraziarvi tutte per l’affetto, ma devo fare una precisazione dopo aver letto le vostre risposte. La mia non è assolutamente una critica al messaggio che riportavo all’inizio (di una ragazza molto carina che mi scrive via facebook). Il suo non era un intento di criticarmi o sminuire in alcun modo il “lavoro” gratuito che io faccio. Era semplicemente curiosa di sapere se io avessi in realtà qualche attività commerciale come capita nella maggior parte dei casi di chi fa tutorial in rete. Il suo messaggio mi è stato utile per fare un ragionamento e se volete un punto della situazione, e per questo la ringrazio. E non vi preoccupate, un altro tutorial è in fase di lavorazione ;)

Tagged . Bookmark the permalink.

15 Responses to Ma perché lo faccio? (con precisazioni!!)

  1. melanele says:

    Cara Gaya ti leggo da tantissimo, credo da 6 anni circa, anche se non commento praticamente mai. Mi ha colpito questo post… nel tempo libero traduco mail per una mailing list e tempo fa anche io ho ricevuto un messaggio privato da un’iscritta che mi chiedeva “ma perchè lo fai? Cosa ci guadagni?”. Devo dire che anche io sono rimasta spiazzata, non avevo mai pensato alle motivazioni, non mi sembra di fare nulla di speciale, se non dare una mano per quello che posso. Forse ad alcune persone pare strano che uno possa lavorare gratis, guidato solo dall’ entusiasmo.

    Comunque, è da tempo che penso che dovresti mettere a frutto il tuo talento: perchè non vendi online anche le tue creazioni “fisiche” oltre che i tutorial? Se hai bisogno di qualche dritta riguardante l’e-commerce puoi chiedermi tranquillamente, per quello che so rispondo volentieri.

    Ciao da melanele

  2. Natascha says:

    la kiakin sarei io?? (giusto per non diventare rossa di emossssione per nulla e fare una super gaffe!!insomma è un errore di battitura od una mia simil omonima!?!)

    cmq è grazie a te che mi sono affacciata al mondo del cucito e di questo ti sarò sempre grata. E lo sono anche perchè lo hai sempre fatto in maniera gratuita. E questo unito all’italiano mi ha facilitato molto le cose. Non che l’inglese non lo sappia, ma ogni tanto son iperpigra ^_^

    per un tuo possibile guadagno, fai bene..soprattutto (secondo me) se non è sfacciatamente palese..
    se potessi acquistare qualcosa lo farò tramite te, assolutamente.. unico problema è che ora non posso proprio permettermelo.. (sigh sigh)..

    nel mentre ti mando un abbraccio e continua così!!

  3. Federica says:

    Ciao Gaya, come sempre mi stupisci …si perché lo stupore c’è ogni volta che apro il tuo blog per vedere se hai caricato qualcosa di nuovo e allo stesso modo tutte le volte che guardo (e riguardo) i tuoi tutorial…ti fa davvero onore il fatto di farlo gratis (a te come a tutti quelli che mettono a disposizione il loro “sapere” per gli altri), in un mondo come quello di oggi dove l’importante è fare per sé….ma per fortuna non sono ….siamo (mi permetto di mettermi anche io nell’elenco) così. E’ per merito tuo e dei tuoi tutorial chiari a accattivanti se mi sono dapprima avvicinata con curiosità e poi mi sono letteralmente buttata a testa bassa nel mondo del paper piecing….non per nessun altro, per te.. E questa mail mi ha fatto riflettere perché spesso si fanno delle cose perchè si è spinti dal desiderio, dall’ambizione di provare o semplicemente perchè lo si vuole, senza stare a farsi troppe domande.. beh leggendola ho capito che non ti ringrazierò mai abbastanza per quello che condividi, per le spiegazione, per le risposte esaurienti, per la disponibilità, perchè ci sei!!! Grazie Gaya, un bacio grande. Fede

  4. Pat63 says:

    C’è sempre qualcuno che pensa che le cose vengano fatte solo per il profitto, per fortuna non sempre è così.

  5. Duna says:

    Ciao Gaya… Non ci avevo mai pensato neppure io sul perché tu e molta altra gente di tutto il mondo mettano a disposizione il loro sapere senza chiedere nulla… Non me l’ero mai chiesta perché forse ingenuamente trovo che sia una cosa talmente bella condividere il proprio sapere le proprie passioni che già questo appaga. E se potessi (ma un giorno lo faró anche io quando sarò sicura di avere qualcosa da poter condividere) lo farei anche io, anche solo per il gusto di avere amiche che condividono le mie passioni. E giunta al punto anche io non finirò mai di ringraziarti per il tuo blog, i tuoi video, che mi hanno avvicinata al patchwork e al suo mondo, che mi hanno dato la spinta ad iscrivermi ad un corso e che mi fanno quiltare a mano una “coperta” in piena estate (ho quasi finito!). Fai bene ad aggiungere banner ed a mettere in vendita i tuoi modelli, sono talmente belli, non ho idea dei costi ma bisogna pur ammortizzarli! grazie ancora Gaya per tutto quello che fai. Un bacione. Duna ovvero Anna

  6. Ilaria says:

    Evvia , mi faccio coraggio e ti posto qui un commento ;) !!! E LO DICEVO CHE SEI PROPRIO UNA BELLA PERSONA!!!!! baci!

  7. Amelia says:

    Il mondo è migliore perchè ci sono persone come te! e io sono felice di conoscerti!
    un abbraccio Manuela

  8. franca gabrielli says:

    non curarti di gente come quella: rispondi semplicemente “perché mi fa piacere”. grazie di tutto. spero che tu voglia continuare

  9. Barbara says:

    Che tipa questa Gaya! E’ vero lo pensavo anch’io, sei proprio una bella persona, con tante cose da dare “A GRATIS”

  10. franca says:

    Stavo rimuginando cosa scriverti riguardo questo post da almeno 2 giorni,poi, il tuo aggiornamento mi è venuto in aiuto, poichè avevo frainteso l’intento della tua amica in fb. Di solito scrivo di getto meno male che stavolta ci ho pensato su :-)Ho evitato di fare una pessima figura :-D ( almeno stavolta ! in futuro però non garantisco ).Hai la mia stima per quello che fai,continua cosi .Mi spiace non comprare su craftsy ma io e il PP abbiamo ancora tantissima, troppa strada da fare, e poi in verità, sono negata con gli acquisti online in italiano…figuriamoci in inglese :-p
    Un abbraccio grande
    Grazie del tuo tempo

  11. franca says:

    Ci ho talmente pensato su che credevo che il post fosse online da più di 2 giorni… preso atto che ho fatto una pessima figura mi rassegno ( sigh!)

  12. Gaya says:

    Ah franca, il tempo è relativo, lo diceva anche Einstein ;)

  13. carol says:

    cara gaya!! post interessante!! questa e’ una questione che mi sono posta tempo fa.. e dopo mi sono data la risposta da sola: existono ancora persone carine, generose e altruiste come te… e poi, piu ti conosciamo e piu ci affezzioniamo a te e piu parliamo di te (tu pensa ke si e’ appena inscrito un mio amico sul tuo canale youtube si chiama nicola, il suo nickname non lo so preciso ma lui e sua moglie desiderano tanto imparare con te)
    sei la mia prima e unica maestra di patchwork e quilt, sei cosi versatile e aggiornata, imparo un saco con te, per non dire isa ke mi sta espropiando dalla mia nuova e unica macchina da cucire perche vuole diventare come te… e mio marito si preoccupa se non mi vede davanti al computer o al celulare guardando tuoi video….
    grazie: e’ una parola semplice e scontata x dirti quanto ci fa felici averti conosciuto, ci hai aperto le porte a un mondo straordinario e bellissimo ke io non mai saputo ke esistese….
    non vediamo l’ora di incontrarti alla fiera ottobre a vicenza…
    un carissimo e affetuoso saluto e infinite grazie da: cesi isa carol

  14. elisa says:

    Gaya, sei una grande. Punto!

  15. Why viewers still use to read news papers when in this technological globe all is available on net?|

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>