Abilmente: primavera 2013

Come da tradizione, vi lascio le nostre impressioni sulla fiera di Abilmente per chi pensa di andarci domenica.

Come sempre, Abilmente è uno spasso. C’è chi ogni volta dice che era più piccola, più grande, con oggetti che interessavano o meno, affollata o meno… in ogni caso è divertente. Si incontrano sempre vecchie amiche che non si ha l’occasione di vedere altrimenti, si trova sempre una cosa nuova e originale a cui non si aveva pensato, e si torna sempre a casa con qualcosa che ci ha fatto sorridere o che ci serviva per un progetto già iniziato. Quindi lo sapete, per me il parere finale su Abilmente è che vale sempre la pena di esserci. 

IMG 8306

Ma voi, lo so, volete i dettagli. Quindi andiamo con i dettagli.

Varietà: alcune edizioni annoiavano a morte perché c’era un predominio assoluto di materiale per un hobby. Mi ricordo le perline che imperversavano qualche anno fa, il feltro, il country painting, la stoffa. Quest’anno invece ho visto un maggior equilibrio. Assente giustificato il ricamo, giustificato perché mi dicono si concentri in una manifestazione dedicata a quello nel prossimo weekend. Come varietà di temi devo dire la Pasqua non era pesantemente presente ovunque. Certo non mancano coniglietti e pulcini, ma si vede un po’ di tutto e non ti sembra di essere caduta in un pollaio. I cuori invece la fanno da padroni, spesso in vimini, appaiono in ogni dove.
 IMG 8177

Io ho notato un sacco di glitter quest’anno, e sopratutto mi ha fatto ridere uno stand dove due signori di origini turche spargevano glitter su cartoncini vari. Distinto e in doppio petto, il dimostratore era indifferente al fatto di avere la gran barba punteggiata di brillantini di ogni colore.
IMG 8121

No foto?: come sapete trovo ridicolo proteggere le proprie idee impedendo di fotografarle, ma alla fiera di Vicenza va così da molti anni, e sono sempre pochi quelli che hanno capito come gira il mondo e invitano non solo a fotografare ma a fargli pubblicità sul web. Quest’anno pero’ la cosa ha raggiunto l’apoteosi con lo stand dell’Ape pazza, dove per tutto il giorno un signore corpulento ha montato la guardia al lato dello stand per sventare i criminosi tentativi di documentazione…

I grandi classici: Ognuno ha le sue tappe obbligate, lo stand dove corre a controllare perché tiene sempre la cosa che ci piace di più. Per noi e molti altri è lo stand di Filomania principale, vicino all’ingresso, dove ogni anni decine di fanciulle e signore scavano in grandi cestino per scegliere i sacchetti pretagliati delle stoffe di campionario. Sapete di cosa parlo: o lo avete fatto anche voi o almeno avete un’amica entusiasta che come una forsennata scava tra “i sacchettini”.
Non questa volta.
Filomania non aveva i sacchettini.
Praticamente una tragedia.
La commessa ci ha spiegato che hanno esaurito i sacchetti alla fiera Creativa di Bergamo, e non ci ha nemmeno garantito che a ottobre sarà differente: per motivi di trasporto logistico può essere che decidano sempre di venderli a Bergamo e basta. Lo ammetto, ci sentivamo un po’ orfane e ad esempio io ho perso il mio rendez-vous abituale con Daniela. Sarà sicuramente stata una scelta ragionata, ma ad occhio posso dire che ha portato a introiti molto più bassi. Il numero di borse di Filomania regalata con 25€ di spesa di solito punteggiano la fiera mentre questa volta era davvero pochissimi. Peccato perché era una borsa particolarmente carina con una rana, e l’unica avuta nel nostro gruppo me la sono accaparrata io come detentrice di laurea a tema.

Area mostre: Nel padiglione centrale ci sono sempre le mostre, ovviamente dipende dai vostri gusti e interessi quale vi sia piaciuta di più. I lavori di patchwork come sempre erano splendidi, sia una mostra italiana delle Città invisibili che quella internazionale Yesterday, today and tomorrow.

IMG 8139IMG 8147

IMG 8316

Quella “intrecci creativi” mi ha lasciato perplessa, le doghe del letto coperte di filo e l’ulivo drappeggiato di centrini non posso dire di averli capiti o apprezzati.

IMG 8167

Vicino ai divanetti dove abbiamo mangiato (per altro abbondanti, siamo state sedute comode) c’erano cose ancor più peculiari: lampadari dove al posto dei cristalli c’erano dei grumi di gesso colorato alla meno peggio e vestiti realizzati dai banner telonati che pubblicizzano le mostre. Il top, un vestito fatto di etichette di Schioppettino, Ovviamente ci si chiede se le bottiglie le abbiano bevute prima o dopo aver deciso di fare l’abito…

IMG 8183

Di nuovo una zona sposa, stavolta più carina e con progetti eco chic realizzabili. Alcuni abiti restavano in-indossabili (come questo ad origami, basta non piova e non ci si debba mai sedere!) ma tutto sommato c’erano delle belle idee.

IMG 8187IMG 8184

Il cake design tanto pubblicizzato non era invece particolarmente evidente. Tutta la mostra ed area vendita è stata relegata nel padiglione laterale, e chi non era interessato rischiava di non accorgersi nemmeno che ci fosse.

IMG 8225IMG 8237

Le torte in mostra erano in alcuni casi davvero bellssime, ma devo criticare l’organizzazione. Non puoi sparare su una torta lo stesso faretto alogeno che usi per la collana e il vestito. Il venerdì pomeriggio varie torte già ne sentivano gli effetti e temo che entro domenica resterà ben poco delle opere d’arte culinarie sciolte sotto a migliaia di watt. In vari punti c’erano giraffe senza zampe, edifici crollati e staccionate sparse sul tavolo intorno alla torta. Il top è successo alla torta del signore degli anelli. Dove non erano riusciti i Nazgul ce l’anno fatto gli allestitori di Abilmente, e il povero Frodo era decapitato…. 

IMG 8244IMG 8220

al solito ottimo il bicchierino 3 cioccolati mentre i macaron erano solo parenti alla lontana di quelli della sorella di Loredana che ricordiamo ancora tutte come strepitosi.

Dimostrazioni: un’altra delle passioni alle fiere, di solito si riesce a seguire un po’ di dimostrazioni gratuite o sedersi per fare dei corsi di un’oretta riposando anche i piedi. Stavolta ne ho viste davvero poche. Nell’area demo centrale le varie associazioni di patchwork ne avevano alcune ma in giro per gli stand ho visto molto poco. Lo stand della Bernina aveva una zona a parte di sartoria dove non si riusciva pero’ nemmeno a vedere i corsi per apprezzarne i passaggi come spettatori, Dire Fare Quiltare anche ha scelto di non fare nemmeno una mini dimostrazione e ci è dispiaciuto perché sono molto bravi e simpatici e ci erano mancati alle scorse edizioni. Altra assente la SVP di cui seguivamo sempre i corsi, stavolta ha scelto di non fare nulla.

Prezzi: nota dolente per le stoffe, come sempre alcuni stand sparano cifre che toccano i 19€ al metro, altri si assestano sui 16€ e in giro spuntano cestoni di stoffe in offerta (spesso natalizie!) a 10€ o simile. Interessante lo stand di Praga con delle belle stoffe a 7€ al metro. Sono un po’ più grosse di quelle americane ma mi sembrano ben compatibili e ne ho prese varie, vedremo, si possono anche comprare online. La sizzix mania è scoppiata un po’ ovunque, e se ne trovano in vendita in molti posti a 79,90 oppure in kit a 99 con 1+2 dime. Dime a 20€ circa come sempre.

Mix! Le mie amiche si sono lanciate a pesce su uno stand credo tedesco che vendeva principalmente forme geometriche per realizzare quilt a mano. Piccoli esagoni e altro di plastica da usare coem base per la costruzione di grand mother’s garden in miniatura e derivati. già rido e aspetto di vederli fatti!

IMG 8194

Poi devo salutare Senza Padroni e Rosella che mi hanno fermato per chiacchierare facendomi molto piacere. Mi spiace sopratutto per Rosella che mi ha preso in momento di confusione mentale data dalla mancanza di sonno ed ero davvero poco reattiva. Per riprendermi mi sono dovuta costringere a bere un caffè, il primo dell’anno. Scusami, ero davvero cotta!

IMG 8136

Ci si risente per l’autunno!

Tagged , . Bookmark the permalink.

13 Responses to Abilmente: primavera 2013

  1. Susy says:

    Il negozio con le dime in plastica per esagoni etc è ungherese: http://www.foltvilag.hu/category.php?id_category=11

  2. Mancava anche un’altro stand storico di francesi dove compro fat quarters, io ho preso stoffe da un francese di fronte a agomago

  3. flavia says:

    ciao! eri talmente cotta che nenche sei riuscita a mettere bene a posto le foto con le scritte…sono tuttesottosopra!!!ahahahahahhaaa…..salutoni

  4. carol says:

    grazie tante che ci parli di questa bellissima fiera a chi non ha potuto, purtroppo, andarci…
    bye

  5. Viviana says:

    Oh, la foto con la lampada da scrivania del gigante! Io la voglio!!

  6. Ilaria says:

    Ahhh ! che invidia !! tutti gli anni vorrei andarci, ma poi rinuncio perchè troppo distante.
    Grazie per il virtual tour !…. ma confessa: il tuo bottino ???
    baci

  7. Marta says:

    Hei, ho capito cosa hai fatto in tutto questo tempo!
    http://www.youtube.com/watch?v=ur5a0_wGhaY
    Complimenti per questo bell’impegno!
    Pensa che io nell’orto ogni anno ho delle raganelle!

  8. Gaya says:

    Marta mi hai beccata!! Ero convincente? Non ero mai stata in tv prima, per fortuna ho fatto pratica su youtube ;)

  9. rosanna says:

    Gaia, ho visto la tua intervista che Marta gentilmente ha messo in rete. Ma che brava sei!!! Diventi ogni giorno più interessante!! A me piacciono tantissimo le persone che amano gli animali e che si adoperano per la loro salvaguardia. E’ così bello il mondo e noi lo stiamo roivinando. Complimenti ancora.

  10. Ralf says:

    Valuable info. Fortunate me I discovered your web site accidentally, and
    I am shocked why this coincidence did not took place in advance!

    I bookmarked it.

  11. Your style is very unique in comparison to other people I’ve read stuff from. Many thanks for posting when you’ve got the opportunity, Guess I’ll just bookmark this site.|

  12. colivre.net says:

    I read this article fully concerning the resemblance of most
    up-to-date and earlier technologies, it’s remarkable article.

  13. Simply want to point out I’m ecstatic that i stumbled onto your web site!.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>