Lezione di oggi: le zip

Potevo resistere? Nooo che non potevo resistere.
E quindi ecco come mai mi sono ritrovata oggi a cucire un um bag. Vediamo un pò, prima di tutto il risultato, per farvi vedere cosa mi è venuto fuori, e poi le spiegazioni su come realizzarla e sul perchè oggi mi turbano le zip.


Queste sono le mie due bimbe, realizzate con un feltro grigio che nessuno potrebbe riconoscere, ma che sta sotto allo stagno realizzato a basovizza dal gruppo tutori stagni per proteggere il telo in plastica. Il modello non ve lo posso dare perchè si tratta di una borsa originale, ma posso dirvi di andare su questo sito che le vende e che fornisce un sacco di foto, compresa una della borsa stessa spiattellata. Ed essendo fatta di un pezzo solo…beh, a buon intenditor, un solo link ;)
Realizzarla poi è facilissimo, tutta questione di un buon piedino da zip e un pò di cura nella curva.
Ma il problema sono le zip appunto… La piccolina, realizzata con un modello stampato su un A4, ha una banale zippina con un unico cursore e quindi si apre storta
Umpf, seccante, ma ormai l’avevo tagliata di quella dimensione e questa era l’unica zip che avevo di quella lunghezza.
La seconda invece l’ho stampata su un A3 e ha una zip a doppio cursore.
Umpf di nuovo però, anche perchè nonostante la forma sia perfetta e la zip ben cucita, quando l’ho finita mi sono accorta che ci sono differenze tra le zip a doppio cursore e giuro mai me ne ero accorta.
Quindi la lezione del giorno è questa:
esistono 4 tipi di zip:

  1. cerniera lampo a 1 cursore non divisibile
  2. cerniera lampo a 1 cursore divisibile
  3. cerniera lampo a 2 cursori combi
  4. cerniera lampo a 2 cursori fissi X

Ce ne sarebbero pure altre (combinazioni di divisibili e non nei 2 cursori), ma già così mi danno il mal di testa. Per farla breve io ho usato una cerniera a 2 cursori ma di tipo x, per capirsi sono quelle che si trovano spesso nelle giacche e che permettono di aprirle sul collo o sulla pancia. Come questa nera nella foto.
Il risultato è che la borsa ha i due cursori alle estremità, e questo non è bene….
L’originale invece ha due cursori ma si uniscono al centro (la bianca nella foto) per capirsi sono quelle che si trovano nelle valigie, custodie per portatile, e spesso borse.
Quindi la lezione di oggi si chiude con questo nuova scoperta: le zip sono un casino non solo da cucire, ma pure da scegliere. Sgrunt.

Aggiungo foto di Ciruzzo, ieri ho comprato i pallini per il puff e oggi ci siamo dedicati a riempirlo, Ciro apprezza

Fondo materiali, 6 euro scarsi ma di gran soddisfazione :)

Powered by Qumana

Tagged . Bookmark the permalink.

8 Responses to Lezione di oggi: le zip

  1. Viviana says:

    Tu scrivi “aggiungo foto di Ciruzzo”.
    Io guardo e dico: ma dov’è il gattino?? E appena dopo 2 minuti buoni lo vedo!
    Ecco cosa succede quando si invecchia!

  2. eleonora says:

    Bellissime!!!!!!!!!! E che velocità nel proporcele belle e finite!!! Ma..scusa la mia ignoranza, che cos’è il “fondo materiali”? Vorrei anch’io tanti pallini di polistirolo per 6 euri!

  3. Gaya says:

    Viviana, se fossi stata presente non avresti mancato di notare Ciruzzo, tende a saltare addosso a chiunque con denti spiegati per giocare!!
    Eleonora: i fondi materiali sono quelli dove si comprano cemento, tubi…tutto quello serve per i cantieri per capirsi. Nello specifico i pallini vengono mescolati al cemento per alleggerirlo e renderlo isolante, ma anche il tipo che lavorava lì ha confermato che vengono comprati per tutti altri scopi. Sono sicurissima che ne hai anche tu uno a poca distanza, forse io uso il nome sbagliato per definirlo ma magari se chiedi a qualche tuo amico scopri dove trovarlo in zona tua.

  4. susina says:

    se leggessi tutti i post… comunque, io ho buttato giù un modellino con autocad, basta giocare con circonferenze, ellissi e un minimo di simmetria. è divertente, e facendolo su carta poi lo unisci con lo scotch e vedi subito come viene.
    per le cerniere, siccome qui i negozi non hanno mai niente, pensavo di risovere con due cerniere del tipo 1, a un cursore non divisibile. purtroppo rimane un unico punto di chiusura (data la simmetria nel punto più in alto della borsa) ma si dovrebbe semplificare la cosa.
    purtroppo al momento non dispongo di due cerniere uguali, ma proverò ;-)

    per eleonora: prova a chiedere di un magazzino per i materiali edili, in genere sono situati nelle zone artigianali o in periferia. i pallini sono polistirolo o polistirene (stessa cosa) espanso. ciao :-)

  5. Barby says:

    La miseria che velocità!
    Mi è venuto mal di testa a leggere delle cerniere ma penso sia piu’ facile iniziare a metterer giu’ il progettino su carta e poi ragionarci sopra..
    Geniale come sempre!
    Penso che provero’ prima o poi e tentero’ di usare il feltro alto colorato! Magari con delle applicazioni!
    Uhhh che voglia!
    Grazzzieeeee
    barby

  6. Gaya says:

    Susina getta la maschera: usi autocad come niente e conosci l’ubicazione dei magazzini per materiali edili. Che lavoro fai???? Ingeniere, geometra…? :) Comunque due zip sono sicuramente una soluzione, ma nel punto dove si congiungono resterà sempre un gap e se metti cose piccole rischiano di uscire. Io proverei a reperire zip con due cursori, a casa ne avevo una e secondo me da Giesse o simili si trovano con un pò di fortuna.
    Barby il feltro alto colorato è PERFETTO! mi fa una gran voglia provare :)

  7. Laura GDS says:

    Ammetto che quando ho voglia di tirarmi un po’ su passo dai tuoi craft e mi sento meglio. Tanto più se c’è pure Ciro che ha una faccia simpaticissima che t’ispira allegria.

  8. Gaya says:

    Sempre lieti che il nostro servizio sia stato di suo gradimento :D
    Hugs!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>