Avanzano i nostri…ehm…mostri


Ecco la prima prova su stoffa, il colore per gli occhioni me l’ha consigliato Marta ed è stato approvato da Susy in sessione a tre di msn! Poi questa prova diverrà una mini bustina


Inizio sul peluches
Dato che non si riesce a mettere nel telaio il peluches, che è bello spesso, ho dovuto mettere nel telaio solo la fliselina, poi imbastito a mano (Argh) sopra il meraviglioso pelo viola (sempre da Giesse, cosa farei senza?). Fissato sopra col nastro adesivo c’è uno strato di plastica che poi si scioglie, si chiama Avon e l’ho trovata dal mio rivenditore Pfaff. Sarebbe andato bene anche un qualsiasi tipo di plastica, tanto poi si strappa via benissimo da un disegno così. Serve a non far incasinare il disegno col pelo.


Un occhio!
Finito il primo, ora il difficile compito di scucire, ri imbastire tutto senza metterli storti. Beh, dato il tipo di disegno non si noterebbe molto comunque!

progetto

Torniamo alla borsetta. Vi dicevo che navigavo per siti e su un forum ho trovato il riferimento al sito di questa ragazza: cherrymix
Sul sito vende le sue borsette a forma di mostro, e secondo me sono assolutamente deliziose! Dato che ho un sacco di peluche in casa (comprato per la maggior parte da Giesse) ho deciso di realizzarne una oggi. Pensavo di usare del peluche zebrato che mi ha regalo Susy, ma ho paura non risaltino gli occhi, che ho deciso di ricamare con la mia stupendissima macchiana da ricamo. Gli occhi li trovate qui sul sito di Diamond threadworks
Li ho dovuti ridurre un pò perchè il mio telaio è più piccolo, e ora sto facendo una prova (non ho mai ricamato sul peluches, quindi almeno voglio essere sicura che il ricamo in sè sia a posto, poi potrò fare danni sul resto)
Per ora la mia macchina da ricamo fa i fatti suoi di là, speriamo bene.
Approfitto per mettere una foto che non c’entra nulla, ma che ho scattato ieri durante il workshop.

salamandra pezzata

Nuova domenica piovosa, nuova borsa

Ieri è stata una giornata a dir poco allucinante: 9 ore sotto la pioggia a lavorare a un censimento di anfibi.
Oggi in più diluvia davvero, quindi accantonati i progetti di una bella gita in moto (ho una Kawasaki ER-5, la mia bellissima bimba blu) navigando su internet mi sono inamorata di una borsetta scema, e mi sto lanciando nella realizzazione. Prima però devo mostrarvi le foto dei pupazzetti da dita per la mia amica Anna, commissionati per il bimbo. (ok, non sono borsette, ma ho deciso di allargare un pò gli orizzonti di questo blog)


Pupazzetti da dita per Anna (anzi, per Davide)
Il mago in viola, a sinistra è quello Campione che ha comprato Anna in un negozio e ha fornito a mia sorella. Poi abbiamo dall’alto: ilprincipe, la nonnina, il mago, la principessa, la strega, cappuccetto rosso e la fatina. Sul lupo stiamo lavorando ancora!

Ospite un cuscino…cerca di spacciarsi per una b…


Ospite un cuscino…cerca di spacciarsi per una borsa ma dubito ci riesca!
Volevo mostrarvela perchè è un blocco che volevamo realizzare da molto tempo, ma non riuscivamo a trovare la spiegazione che ci evitasse di dover cucire ogni singolo elemento a sè stante per poi unirli. Finalmente (grazie anche al suggerimento di una delle ragazze dell’ asola e bottone) l’abbiamo trovato sul numero 5 di Magic patch . Purtroppo non mi sono ricordata di fotografare il pasaggio intermedio, ma si cuce una griglia di quadrati e poi questa viene nuovamente tagliata e ricucita. Le stoffe venivano da un asta di ebay, già tagliate a quadratini. (mooolto comodo!)

Le foto di Domenica

Ecco finalmente un pò di foto dell’incontro di domenica. Come potete vedere (e avete potuto leggere nei commenti delle mie amiche) la mia descrizione di ieri era un pò eccessivamente catastrofica, ma voleva essere solo spiritosa! Comunque giudicate voi!

Le finestre sono utili per molti versi!


Deni, Patrizia, Elena e Elena talmente impegnate da non notare la fotografa!


Ecco i risultati con le artefici: in alto Elena, Elena e Deni. In basso Susy, Roby e Patrizia


Foto di gruppo con intrusa!

Primo corso di borsette!

Ed ecco finalmente un post utile, in mezzo a tante sciocchezze che temo di aver scritto. Dovrei intitolarlo anche “cosa controllare per un workshop” o “cosa non vi aspettereste mai che succeda in un workshop!” Sulla tv via cavo americana ci sono dei bellissimi programmi dedicati solo e unicamente al patchork, e io ho potuto seguire qualche mini corso personalmente durante le fiere di hobby (sì, sono quasi completamente autodidatta, ma qualche dimostrazione almeno l’ho vista). E lì va tutto dritto, le signore spiegano con calma, le alunne (nome poco adatto ma passatemelo) ascoltano rapite….le spiegazioni sono così chiare che le altre devono solo mostrare il lavoro e ottengono una mini precisazione data solo per fare scena….e alla fien tutte hanno un perfetto oggetto che è identico a quello di base, a parte ovviamente la scelta di stoffe….
Perchè io non sono stata in grado????
Non fraintendetemi: la giornata è andata benissimo, le ragazze si sono divertite (o almeno credo…), le pochette alla fine erano molto carine e completate (a parte quella di Roby, che ha finito il filo della bobina e l’ha dovuta finire a casa), tutte se ne sono andate ringraziandomi e la sera nella lista del gruppo hanno detto che vorrebbero rifarlo. Ma io so di aver fatto un casino! Nonostante le mie preparazioni (e credetemi ne ho fatte tante) non ero assolutamente pronta a tutto, anzi, non ero pronta a nulla!
E quindi ecco il lato utile di questo Post, ovvero “cosa PUO’ capitarvi”

siate pronte a tutto: qualunque cosa può mancarvi. Portate un sacco di stoffa in più, di ogni colore che avete scelto, o se sono loro a portarla avvertite di sforare molto nelle misure. Io credevo di aver abbondato fin troppo e invece ci siamo state a pelo

Portate forbici di ogni tipo: piccole per scucire un filo, grandi per l’imbottitura, affilate per la stoffa…e comunque vi mancheranno

Non fate assolutamente l’errore di distrarvi guardando un unica persona o (tragico mio errore) bevendo qualcosa. In quel breve lasso di tempo succederà qualcosa di irrimediabile

controllate le macchine da cucire prima di iniziare. E qui lo sottolineo pure. Io non l’ho fatto, una macchina aveva un punto piccolissimo, abbiamo dovuto scucire tutto e Elena si è punta sanguinando sulla stoffa (questo alle tipe della TV non capita mai!!!!…o tagliano la scena in regia)

siate autoritarie. Io ho la stessa carica autoritaria di un paperotto zoppo, nemmeno il mio gatto mi prende sul serio…Ma la prossima volta mi impegnerò ad alzare la voce. Altrimenti nessuno ascolterà, qualcuno andrà troppo avanti, qualcuno si perderà un pezzo e sarà la baraonda totale

Ultima cosa: non fate andare nessuno a tempi diversi. Anche se è una carissima amica che sai non farà danni, perchè altrimenti non capirai più dove sono loro e dove è lei…

Non accettate assolutamente di versare del tè nelle vicinanze! e sopratutto NON tè ai frutti di bosco! Nonostante siano tutte persone adulte e attente, il malefico tè si riuscirà a infiltrare dove meno ve lo aspettereste e lo troverete sulla stoffa…quella chiara ovviamente

Vi ho terrorizzato? Non era mia intenzione, o meglio, non era questa la mia SOLA intenzione. Un pò di paura volevo mettervela, così eviterete di fare i miei errori.
Ma il risultato poi qual’è? Il risultato è questo, ed è stato un successo perchè loro sono state brave, pazienti con i miei casini e anche se non sembrava mi hanno ascoltato!

Il risultato

Domani metterò altre foto e qualche spiegazione della nostra mirabolante avventura!

Lenti progressi

Non mi sono scordata di aggiornarvi sui progressi della borsa, semplicemente non ce ne sono stati! Ho trovato un disegno simile a quello della farfalla da ricamare sul lato rosa della borsetta, e domani cercherò di farlo magari senza l’imbottitura aggiuntiva per vedere la differenza. Sono stata impegnata in questi giorni e tra le altre cose ho ritagliato la stoffa per le bustine che realizzeremo domenica con alcune delle ragazze del pcfvg, quindi al più presto vi potrò mostrare le foto anche di questo mini-workshop di bustine. Sono molto emozionata e spero di non fare danni domenica…
Un link rapido rapido per farmi perdonare l’assenza: http://www.quiltsville.com/cem.htm
Il tema del sito è natalizio, ma non lasciatevi ingannare perchè i progetti che propone sono adatti a regalini per qualsiasi occasione. Non ho avuto modo di visitarli tutti ma ci sono borse, porta occhiali, animali imbottiti…Un pò di tutto. Se trovate qualcosa di davvero interessante fatemelo sapere!

Ed ecco il ricamo realizzato

Per dargli un pò più l’aria di essere trapuntato l’abbiamo ricamato mettendo anche un imbottitura leggera (di cui ringrazio sempre Susy che me ne fornisce chilometri) nel telaio. Non so però se ne valga la pena, ora nonostante abbiamo lasciato solo la parte subito intorno al ricamo e tagliato via il resto, ho paura che farà troppo spessore una volta imbottita e foderata…vedremo
Il ricamo finito
Questo invece è il retro, dopo aver ritagliato via l’imbottitura in eccesso
Retro