Secchiello blu

Ecco una delle borse vecchie. Questa è relativamente recente, l’abbiamo fatta nell’estate del 2004, in occasione della laurea di una delle ragazze del gruppo di punto croce pcfvg. La tasca è stata ricamata da Pina (santa donna!) e lo schema è della Heritage, la stoffa è comprata su silkweaver mi spiace ma non ricordo assolutamente il colore…sono delle stoffe un pò più difficili da ricamare perchè i fili tendono a dividersi un pò, ma l’effetto brillantinoso è davvero notevole. Dicevo del ricamo: è di Margaret Sherry per la heritage, e si chiama Pot-Purri .Perchè risaltasse molto abbiamo deciso di applicarlo sulla borsa a tasca.
Per il resto della borsa c’è poco da dire, il manico è stato trapuntato con dei fili metallizzati, ha una taschina interna…direi che sia tutto.
No, dimenticavo: il bordo è stato cucito da mia mamma che usa un sistema particolare per le oche,trovato su una rivista se non sbaglio, per cui ne ottiene 4 dello stesso colore con pochissimi passaggi. Non so precisamente come funzioni, ma se qualcuna è interessata posso costringerla a spiegarlo qui.

E la penultima

Dato che il sistema per caricare le foto usando Hello è davvero veloce posso mostrarvi subito anche la penultima borsina creata. Questa è ancora più semplice (prometto di mettere al più presto le foto di qualcosa di più elaborato) e iper rapida. Il modello viene da un sito internet, ed è stato ricreato da una ragazza americana che l’ha chiamata anykine bag , per via dei suoi molteplici utilizzi (any-kind). La descrizione è molto molto chiara, spero siate in grado di tradurla, altrimenti chiedetemi e vi aiuterò volentieri. La mia versione l’ho fatta con una stoffa comprata da Giesse che si ispira alle ninfee, mentre la versione di mia sorella (con dimensione modificate a 21×21) ha delle orchidee. Doveva essere una giornata ispirata ai fiori….
La versione a orchidee come dicevo ha dimensioni modificate e invece di essere 1×1,5 è 1×1 ed è per questo che ha la forma più rotonda, adatta più ai trucchi che alle penne. A voi la scelta, questo il nostro risultato.
Devo segnalare ancora una cosa: il metodo che consiglia Night owl per cucire le zip è davvero efficace, credo sia la prima zip che mi viene perfetta e vi invito a provarlo anche solo per questo!

La prima borsa, anzi l'ultima!

Cominciamo con questa. Comprata ieri alla fiera di Vicenza al salone del Bricolage presso lo stand di “asola e Bottone” o andarli a visitare direttamente in negozio se siete in zona di Vicenza, ve lo consiglio perchè sono davvero gentilissimi e tutti i kit, modelli o stoffe cheho preso da loro erano sempre favolosi.
Come dicevo tra le varie cose che ho comprato ieri c’era anche un kit per una borsina porta trucco, nei toni dell’azzurro. A quanto pare non sono in grado di mettere le foto direttamente nel post, per cui le avrete subito sotto, nel prossimo messaggio.
Quindi continuiamo la spiegazione: come dicevo è un kit, e contiene tutto quello che serve. Nel caso dei kit dell’asole e bottone poi è un garanzia: c’è tutto dalla stoffa al pezzetto di cordino per il passante! Le modifiche che ho fatto sono quasi nulle, ma volevo mostravi una cosa del centro, che sta in una foto a sè stante. Ovvero il mio primo tentativo di free motion quilting. Non è una meraviglia, ma mi sento cmq orgogliosa di lui. Per avere un idea di come funzioni il free motion quilting, potete scaricare un video dimostrativo qui

Un altro blog? ma perchè?? ;o)

Ho avuto per un paio di anni un sito personale con le foto e le descrioni dei nostri quilt, lavori di ricamo, e tutto quello che ci capitava di fare. Poi per problemi col provider ho dovuto cancellarlo, e da allora continuo a ripetermi che prima o poi dovrò ricrearlo. Ma nel frattempo (dato che i “prima o poi” sono sempre dei “poi, poi”) proverò a creare un mini blog con le foto e descrizioni della mia vera passione: le borse di stoffa. Qualsiasi (e ripeto qualsiasi) commento e richiesta è graditissmo, quindi proviamo a cominciare….