miao

Che bello tornare qui, spero non abbiate perso la pazienza e non abbiate rinunciato a venire a vedere se ci sono aggiornamenti nel mio spazietto. È finita l’estate, che come avete visto ho passato a casa salvo un saltino in Croazia, mentre a giugno sono stata a Trinidad.

Per quel che riguarda il lavoro, mmm. Sto finendo un bellissimo monitoraggio proprio nel mio campo ed ora come sempre buh.

I miei tutorial via youtube sono fermi ma ripartiranno, ho già filmato tutto e devo solo trovare il tempo di montare i prossimi capitoli, ma appariranno sicuramente.

La novità invece è a quattro zampe, dopo tempo che aspettavo che un felino attraversasse la mia strada in cerca di casa finalmente una gatta mi ha trovato. Ha chiesto l’aiuto di un’amica per trovarmi, miagolando come una disperata (con vocetta penetrante che credetemi sfodera con successo anche quando ha fame) e facendosi dare un passaggio fino da me.

Appena trovata era una palla di pulci, meno di un mese.

IMG_1259.JPGIMG_1222.jpg P8270005.JPG

Qualche biberon dopo, e una buona lavata e spulciata

P8310012.JPG

fa la vezzosa. E il miracolo vero è che Ciruzzo non solo non se l’è mangiata, ma la pulisce e la controlla come se fosse una mamma gatta.

IMG_1211.JPG

Lezione di oggi: le zip

Potevo resistere? Nooo che non potevo resistere.
E quindi ecco come mai mi sono ritrovata oggi a cucire un um bag. Vediamo un pò, prima di tutto il risultato, per farvi vedere cosa mi è venuto fuori, e poi le spiegazioni su come realizzarla e sul perchè oggi mi turbano le zip.


Queste sono le mie due bimbe, realizzate con un feltro grigio che nessuno potrebbe riconoscere, ma che sta sotto allo stagno realizzato a basovizza dal gruppo tutori stagni per proteggere il telo in plastica. Il modello non ve lo posso dare perchè si tratta di una borsa originale, ma posso dirvi di andare su questo sito che le vende e che fornisce un sacco di foto, compresa una della borsa stessa spiattellata. Ed essendo fatta di un pezzo solo…beh, a buon intenditor, un solo link ;)
Realizzarla poi è facilissimo, tutta questione di un buon piedino da zip e un pò di cura nella curva.
Ma il problema sono le zip appunto… La piccolina, realizzata con un modello stampato su un A4, ha una banale zippina con un unico cursore e quindi si apre storta
Umpf, seccante, ma ormai l’avevo tagliata di quella dimensione e questa era l’unica zip che avevo di quella lunghezza.
La seconda invece l’ho stampata su un A3 e ha una zip a doppio cursore.
Umpf di nuovo però, anche perchè nonostante la forma sia perfetta e la zip ben cucita, quando l’ho finita mi sono accorta che ci sono differenze tra le zip a doppio cursore e giuro mai me ne ero accorta.
Quindi la lezione del giorno è questa:
esistono 4 tipi di zip:

  1. cerniera lampo a 1 cursore non divisibile
  2. cerniera lampo a 1 cursore divisibile
  3. cerniera lampo a 2 cursori combi
  4. cerniera lampo a 2 cursori fissi X

Ce ne sarebbero pure altre (combinazioni di divisibili e non nei 2 cursori), ma già così mi danno il mal di testa. Per farla breve io ho usato una cerniera a 2 cursori ma di tipo x, per capirsi sono quelle che si trovano spesso nelle giacche e che permettono di aprirle sul collo o sulla pancia. Come questa nera nella foto.
Il risultato è che la borsa ha i due cursori alle estremità, e questo non è bene….
L’originale invece ha due cursori ma si uniscono al centro (la bianca nella foto) per capirsi sono quelle che si trovano nelle valigie, custodie per portatile, e spesso borse.
Quindi la lezione di oggi si chiude con questo nuova scoperta: le zip sono un casino non solo da cucire, ma pure da scegliere. Sgrunt.

Aggiungo foto di Ciruzzo, ieri ho comprato i pallini per il puff e oggi ci siamo dedicati a riempirlo, Ciro apprezza

Fondo materiali, 6 euro scarsi ma di gran soddisfazione :)

Powered by Qumana

pezzetti di stoffa

Il drago nero fa la guardia alle stoffe…
Perchè gliene vengono rubate sotto il naso tutto il tempo!!
Sono i blocchi avanzati dalla mega coperta che è finalmente quiltata e finita, anche se mi piacerebbe fare qualcosa negli spazi laterali.

mentre qui sotto ci sono i miei famosi pezzi di seta del pannello coi fiori, mi sono fatta coraggio e li ho tirati fuori e segnati tutti, ma ancora di cucirli non ne ho trovato il coraggio!

Powered by Qumana

Divertimenti mac-osi

Senza entrare nelle diatribe mac/windows oggi posso citare un vero momento di gloria mac (o linux) inconfutabile anche dai windows-iani più incalliti.

Vado su un sito di ecards che mi ridireziona su un sito di finto virus scanner.
Il simpatico sito mostra allarmi, scritte saltellanti e rosse che mi avvertono del pericolo di virus a cui il mio computer è soggetto e comincia un’analisi immediata del mio computer.
Alla fine, concluse le barre verdi di scansione mi avverte con punti esclamativi che il mio computer è infettato da spyware e virus di tutti i generi. Devo correre al riparo e scaricare il loro antivirus per salvarmi.
Peccato che io di virus non ne abbia, cosa di cui sono certa visto che non è un windows, ma sopratutto NON ho una cartella \Windows\system32\ecc ecc
nè una cartella \program Files\Internet explorer\explorer.exe
o \program files\outlook express\msimn\exe  dove i suddetti potrebbero annidiarsi!

Son soddisfazioni queste. Soddisfazioni geek-ose ma pur sempre soddisfazioni

ah, foto di ieri messe su project 365 ma meritevoli di mostrarvele:
IMGP2542.JPG 07-01-2008

DSCF7393.JPG
Smontare albero e presepe è più difficile con un ciresco aiuto…

Powered by Qumana